Coaching è l'etichetta alla quale, in estrema sintesi, è riconducibile la maggior parte delle attività di Bottega Filosofica.

Per noi il coaching è accompagnamento in una trasformazione, prima di tutto del Sé.

Che sia rivolto a una persona o a un sistema di persone - un'organizzazione - nel suo complesso, per noi è sempre 'B' coaching, perché coinvolge tutte le dimensioni dell'essere (Be) - mentale, emotiva, corporea e spirituale -, inscrive l'azione individuale o del team nella visione più grande - la 'Bigger picture' - del sistema e dei sistemi più ampi e, pertanto, non può non essere nell'ottica del Bene per tutti e del Bene comune.

Il servizio di coaching, quindi, è sempre una relazione, una partnership attraverso la quale una persona e/o un team e/o un'organizzazione vengono sostenuti nella realizzazione del proprio percorso di tras-form-azione.

Questo vale sia che ciò che desiderano intraprendere sia nel campo della vita più strettamente professionale che di quella personale.

Nel nostro modo di offrire coaching adottiamo i principi e le fasi fondamentali del coaching inteso come metodo/processo coniugato con la nostra competenza ed esperienza filosofica e di facilitazione sistemica.

Quando può essere utile il nostro coaching?

Il B coaching può essere molto utile quando si desideri, ad esempio, un supporto per:

  • conseguire un obiettivo particolarmente difficile o sfidante
  • orientare o ri-orientare la propria azione professionale o personale
  • acquisire una maggiore padronanza di sé o una nuova competenza
  • realizzare un cambiamento personale, organizzativo o strategico
  • affrontare senza ansia e in maniera efficace un momento di transizione

 

Il coaching, quindi, si rivela paricolarmente prezioso quando vogliamo trovare la giusta chiave di lettura dei fenomeni - fuori e dentro di noi -, e focalizzare i giusti obiettivi o quando vogliamo formulare un piano d’azione efficace e temiamo di incontrare qualche difficoltà.  E anche individuare le risorse che abbiamo a disposizione per attuare obiettivi e piani può essere difficile o limitato così, come mantenersi ferm* nei propri propositi e realizzare un monitoraggio più attendibile ed evolutivo dei nostri progressi.

Per questo, per godere di uno sguardo e di un supporto esterno, può essere utile attivare un percorso di coaching individuandone la/le declinazione/i più utile nella situazione specifica.

Nel coaching, ed è questa la sua bellezza, potremmo dire, non c'è niente di pre-costituito e il cammino si costruisce insieme stabilendo una relazione che fornisce un sostegno personalizzato e responsabilizzante e che può configurarsi come un percorso che può guardare, secondo le esigenze al singolo, al team o all'organizzazione anche combinando in maniera armonica diversi interventi per essere più efficaci.

 

Ci piace condividere con te quello che abbiamo appreso e sperimentato.
Iscriviti alle nostre newsletter

    iscrivitiapensareb    iscrivitiapensareb