Business & Executive coaching per creare maggior valore

Come sempre, ci piace riflettere prima un momento sulle parole che usiamo. Allora l''executive coaching' è l'individual coaching che, all'interno di una organizzazione (quindi in un contesto di business coaching), viene offerto a coloro che hanno responsabilità di guida e di gestione di processi complessi. Svolgono cioé quei ruoli che gli anglosassoni definiscono 'executive' ovvero i ruoli di manager, quadri o dirigenti.

Per questo quando facciamo Business coaching, e quindi, a maggior ragione quando siamo nel campo dell'executive coaching, il nostro focus è sia sulla persona (il/la coachee) che sulla organizzazione intesa come il sistema di cui il/la coachee è un elemento.

Manteniamo quindi sempre la consapevolezza che la relazione non è solo a due, coach-coachee, ma anche a tre, coach-coachee-organizzazione, in una dinamica circolare - perché sistemica - nella quale l'interesse del(la) coachee - che è l'interesse primario anche del(la) coach - è anche l'interesse dell'organizzazione e viceversa.
Volendolo esemplificare in un'immagine è come se il coaching fosse una barca – quindi anche un ‘contenitore’ - in cui tutt* remano nella medesima direzione. Tutt* infatti, ciascun* nel proprio ruolo, sono elementi del sistema organizzazione e operano sia per la sua sostenibilità complessiva sia per quella degli altri elementi. Quindi il/la coachee, con il supporto del/la coach, lavora contemporaneamente su se stess* come individuo e sulla relazione con gli altri membri dell’organizzazione e con l'organizzazione stessa.

Con questo obiettivo ben presente, con la volontà e l'intenzione di portare beneficio all'intero sistema, realizziamo interventi di business ed executive coaching che hanno tre peculiarità, evidenziate - tra gli altri - da Mark Kahn nel suo libro “Coaching on the Axis: Working with Complexity in Business and Executive Coaching”, ovvero:

1. ferma restando la centralità del(la) coachee nel processo, nel business e nell'executive coaching ci sono due clienti: il/la coachee e l'organizzazione in cui e con cui lavora, non tanto e non solo in quanto soggetto committente ma perché portatrice di un interesse diretto nello sviluppo del(la) coachee in quanto elemento del suo sistema

2. in questa prospettiva, le nostre coach, tutte accreditate presso le più prestigiose associazioni internazionali EMCC (European Mentoring & Coaching Council) e ICF (International Coaching Federation) coniugano competenze ampie e approfondite sia in materia di apprendimento e sviluppo individuale che di e sviluppo dei sistemi organizzativi, per poter realmente supportare il/la coachee all'interno della propria organizzazione. Avendo tutte maturato, inoltre, una signficativa esperienza manageriale in grandi organizzazioni complesse.

3. dal punto di vista dell'approccio mentale, poi, il business coaching e l'executive coaching richiedono un passo ulteriore che va oltre il benessere del(la) coachee mirando anche alla ‘creazione di valore’ per l'organizzazione, intesa sia in termini di valore economico che come crescita complessiva.

Per approfondire:

Coaching, di cosa parliamo?

B Coaching, il significato per noi