Se diciamo impresa sostenibile cosa ci viene in mente?

Nella maggior parte dei casi ci vengono in mente imprese che lavorano nel settore della natura, dell’ambiente in maniera più ampia o delle energie rinnovabili, altre volte ancora anche ONG o associazioni impegnate nel sociale.


Definizione di impresa sostenibile

In realtà l’espressione ‘impresa sostenibile’ ha un'accezione molto più ampia. Ci si riferisce a un’impresa che consapevolmente e spontaneamente decide di essere responsabile e rispettosa nei confronti dei rapporti, dei processi, delle decisioni e in ogni singola operazione aziendale. Dove tutti gli elementi coesistono in maniera armoniosa.

Un’azienda che comprende che le proprie azioni hanno conseguenze sulla società e sulle persone e svolge la propria attività in maniera tale da creare valore aggiunto per tutti.

Anche queste tipologie di aziende, come tutte, per prosperare hanno bisogno di utili. E non è un’eresia perché si può essere ‘migliori per il mondo’ facendo profitti. Essere un’impresa sostenibile non implica e non sottintende che si stia facendo volontariato o si tratti di un’associazione senza scopo di lucro.

È in questa cornice che si inseriscono le Società benefit, il modello Buona Impresa e le B Corp certificate di cui tanto abbiamo parlato in passato.


Nel mondo aziendale se parlo di sostenibilità mi riferisco al fatto di fare business in maniera tale da non impattare negativamente sulle persone, sulla comunità, sull’ambiente e sulla società nel suo complesso.

Per le teorie più diffuse l’impresa sostenibile è anche quella che ispira i suoi comportamenti alla stakeholder theory, che ha a cuore la soddisfazione degli interessi di tutti gli attori che gravitano attorno all’azienda e non solo la soddisfazione degli azionisti, come veniva privilegiato in passato.

Ri-conoscersi o diventare impresa sostenibile richiede impegno, pensiero critico, trasparenza, propensione all’interdipendenza e non può di certo essere una scelta presa per ‘seguire una tendenza’. E’ una vocazione da perseguire e da non dare per scontata.

Al tempo stesso esserlo porta con sé degli innegabili benefici, alcuni di immediata visibilità e altri ancora con manifestazioni nel lungo termine.

 

I benefici

I benefici di un’impresa sostenibile sono tutti interconnessi e collegati tra loro, a conferma della visione sistemica che caratterizza questa tipologia di impresa.

L’agire in maniera responsabile permette all’azienda di:

 

  • ottenere una migliore reputazione aziendale, raggiungimento di una platea selezionata di consumatori. Nell’ultimo periodo i consumatori sono sempre più attenti alle policies aziendali e all’impegno dell’azienda verso i propri interlocutori.

  • maggiore vantaggio competitivo, la crescente attenzione alle imprese sostenibili si tramuta in una maggiore visibilità. L’impresa sostenibile acquisisce un netto vantaggio rispetto ai suoi competitor, soprattutto rispetto a quelli che non agiscono in maniera responsabile e sostenibile. Un’alta percentuale di consumatori predilige prodotti o servizi di imprese sostenibili, anche qualora dovesse pagare un prezzo maggiore.

  • attrarre più facilmente investimenti, visto il trend in ascesa rispetto all’attenzione alla sostenibilità. L’ultimo periodo è contraddistinto da una crescente attenzione ai criteri ESG, che, se implementati, permetteranno all’azienda sia un più agevole accesso al credito, sia una maggiore attrazione di investitori.

  • avere un maggior livello di retention e attrattività dei talenti rispetto ai suoi principali competitor. Questa ragione è connessa al crescente fenomeno secondo cui le persone sono più inclini a lavorare per aziende di cui condividono i valori.

  • raggiungere risultati migliori che si tramutano in costi minori, con una attesa di maggiore longevità. Nel momento in cui si decide di essere un’impresa sostenibile si decide anche di rivedere i propri processi, le proprie relazioni, i propri prodotti o servizi. Questa ‘revisione’ consente il raggiungimento di una maggiore efficienza interna - quindi minori costi - con il conseguente raggiungimento di risultati migliori.

 

Infine, non si può dimenticare che il principale obiettivo di un’impresa sostenibile è quello di avere un impatto positivo - produrre dunque un determinato effetto - su tutto ciò che la circonda: lavoratori, fornitori, clienti, comunità, ambiente, per citare gli stakeholder più prossimi.

Il più delle volte tendiamo a ‘sottovalutare’ la forza dirompente che un’azienda può avere e come il suo agire possa influire sulla società.

Al contrario prendere in considerazione l’impatto delle organizzazioni sulla società in senso ampio, dall’impatto generato sugli individui a quello generato sull’ambiente, consente un migliore orientamento delle strategie aziendali e dei singoli comportamenti e permette il raggiungimento di migliori risultati.

Si delinea così un quadro d’insieme che ci permette di osservare come creiamo e distribuiamo valore, valore prodotto in quanto profitto, ma anche quello prodotto per tutti i nostri interlocutori (lavoratori, fornitori, clienti, partner).

Vediamo più nel dettaglio in che cosa si concretizza l’impatto e le diverse aree in cui si può articolare.

 

Impatto sociale

L’impatto sociale è quello che il più delle volte tendiamo a sottovalutare, pensando che la comunità non sia di interesse dell’azienda, che non la riguardi o addirittura che su di essa non impatti in alcun modo.

Ma le aziende creano opportunità di lavoro, garantendo l’espressione personale, la soddisfazione dell’individuo e l’accesso a servizi di primaria importanza.

Al tempo stesso, con le sue decisioni l’azienda ha un impatto sulle comunità locali, rendendo disponibile ad esempio un servizio fino ad allora assente in quello specifico territorio.

Inoltre le aziende, con le proprie azioni e attraverso i loro processi di innovazione, possono introdurre nel mercato nuove forme di lavoro, nuovi modelli organizzativi e addirittura nuovi modelli sociali.

Sono molteplici i casi in cui, dopo sperimentazioni interne all’azienda, si sia deciso di condividere il know-how acquisito e i risultati raggiunti permettendo anche ad altri di replicare il processo o il modello organizzativo innovativi ideati.

Appare evidente, quindi, che l’azienda non ha impatto solo sulla sfera strettamente connessa a sé ma sulla società nella sua interezza.

 

Impatto economico

L’impatto economico è invece quello a cui riusciamo a pensare in maniera più semplice e immediata.
Nell’immaginario comune l’azienda realizza utili e prospera soprattutto a livello economico.

Attraverso la propria attività l’azienda ha, quindi, un significativo impatto economico per i propri soci, collaboratori, fornitori e per chiunque entri in contatto con essa instaurando relazioni economiche.

Al contempo l’impatto economico positivo è anche collegato direttamente al consumatore, nel momento in cui acquista un prodotto o un servizio da un’impresa sostenibile riceve un beneficio diretto.

Alla base di ciò c’è la volontà dell’azienda di voler soddisfare un bisogno esistente del consumatore senza generarne uno nuovo. Non volendo generare falsi bisogni né creare una ‘dipendenza’ all’acquisto non necessario del proprio prodotto specifico o di altri simili, genera implicitamente un risparmio di denaro.

Nel caso in cui, inoltre, il consumatore acquista un prodotto rigenerabile si sarà garantito la riduzione delle spese d’acquisto nel tempo e i suoi costi e i suoi consumi saranno ridotti. In questa visione, se il prodotto che ha acquistato dovesse rompersi, potrà facilmente ripararlo, provvedere alla sua manutenzione, in maniera tale da allungare il tempo di vita e di utilizzo del prodotto stesso.

 

Impatto ambientale

Quando parliamo di impresa sostenibile l’impatto ambientale è sicuramente il più inflazionato, quello a cui pensiamo spontaneamente.

L’azienda sostenibile compie la propria attività anche nel rispetto dell’ambiente, e questo costituisce sicuramente un elemento imprescindibile ma di importanza pari a quella degli altri che abbiamo illustrato in precedenza.

Non dimentichiamo che per essere pienamente sostenibile un’impresa deve porre l’attenzione, prendersi cura di tutto e di tutti i suoi stakeholder, senza escludere o sacrificare nessuno. Tutti gli elementi dell’ecosistema coesistono in una rete di relazioni virtuosa e in un clima di rispetto reciproco.

 

Impatto culturale

Tra gli impatti presi in considerazione quando si parla di impresa sostenibile, l’impatto culturale è forse quello meno considerato o addirittura completamente ignorato.

La forza del nostro agire è più forte di quanto immaginiamo, il comportamento del singolo - in questo caso di un’azienda - può essere di ispirazione per molte altre.

Ed è stimolante e bello vedere innescarsi quel circolo virtuoso che conduce a un cambio di mindset di più aziende, che rivedono i propri processi e le convinzioni avute sino a quel momento.

Questa è la strada attraverso la quale si può giungere davvero a un cambio dell’attuale paradigma economico contribuendo all’evoluzione delle persone e di tutta la società.

 

In sintesi

Abbiamo esplorato come cambiare il modo in cui facciamo impresa è essenziale per affrontare le sfide odierne.
Le aziende hanno un potere tale da riuscire - con il proprio operato - ad accelerare il processo di cambiamento necessario.

Le nostre vite sono notevolmente influenzate dalle imprese, più di quanto immaginiamo e questo perché producono i vestiti che indossiamo, le automobili che guidiamo, l’energia che utilizziamo, il cibo che mangiamo e così via.

 

Ci piace condividere con te quello che abbiamo appreso e sperimentato.
Iscriviti alle nostre newsletter

    iscrivitiapensareb    iscrivitiapensareb